Cos’è e Come Funzionano gli Dei Romani?

Buongiorno, come va? Vi do il benvenuto in questo articolo, dove analizzeremo nel dettaglio: Cos’è e Come Funzionano gli Dei Romani?

L’antica Roma, lo stato fondato dai popoli europei nell’VIII secolo a.C., ha una propria cultura e un proprio sistema di credenze. Precisamente, la mitologia romana è uno degli insiemi di storie mitologiche più popolari e antichi al mondo. È composto da grandi storie leggendarie con protagonisti divinità fantastiche. È così che quest’ultimo ha svolto un ruolo importante nella cultura romana. Ecco perché, di seguito, spieghiamo come funzionano gli dei romani.

Come funzionano gli dei romani?

Gli dei romani sono caratterizzati dall’essere divinità supreme, legate al cosmo e all’universo. I suoi miti e leggende hanno a marcata influenza della mitologia greca grazie all’espansione della cultura in tutto il territorio europeo. In questo modo, ci sono almeno 200 divinità romane e molte altre creature mitologiche. Tuttavia, il divino pantheon romano è composto da 12 divinità principali, che devi conoscere per capire come funzionano gli dei romani.

In ordine di supremazia e potere, gli dei di questo panteon divino e quindi le principali divinità romane sono:

Giove

È lui dio del cielo e padre di tutti gli dei. È la prima figura del pantheon romano per essere colui che lo governa. I suoi simboli sono il fulmine, l’aquila e lo scettro. Quest’ultimo rappresenta la sua giustizia e il potere di condannare sia gli dei che gli umani. Nella mitologia greca è paragonabile al dio Zeus.

Cos'è e Come Funzionano gli Dei Romani?
Non perdetelo:  Cos'è e Come Funziona l'Allevamento Di Vermi Californiani?

Giugno

Dea della famiglia e del matrimonio. In quanto sorella-moglie di Giove, è considerata la regina di tutti gli dei. È la madre di Marte, Vulcano e Lucina. Questa dea dalla forte personalità ha come simboli un diadema e un pavone, che ne rappresentano la gloria e la maestà. È equivalente alla dea Hera della mitologia greca.

Minerva

Dea della saggezza e della guerra giusta. È figlia di Giove con il quale forma insieme a Giunone la Triade Capitolina. Inoltre, Minerva è la protettrice della scienza e delle arti, quindi di solito ha diversi attributi caratteristici. Tra loro un elmo, una lancia, una spiga d’ulivo e un gufo. Il suo nome greco sarebbe Athena.

Nettuno

È lui dio del mare e degli oceani. Fratello di Giove e Plutone, primogenito del temibile Saturno. È il protettore della pesca e il re di tutte le creature acquatiche. È rappresentato con un tridente e per andare sempre in carrozza. Per i greci sarebbe il dio Poseidone.

Marte

Dio della guerra e protettore dei combattenti. Ecco perché i suoi simboli sono una spada e un grande scudo. È uno dei figli di Giove e Giunone e sua moglie è la dea Venere. Marte rappresenta sia la forza virile dei romani che la vita nei campi e la primavera. Nella mitologia greca è paragonabile al dio Ares.

Non perdetelo:  Cos'è e Come Funziona un Insegnante Privato?

Venere

Dea dell’amore, della fertilità e della bellezza. Si dice che sia nato dalla schiuma del mare, essendo uno dei miti romani più popolari. Per questi motivi la conchiglia e la colomba ne sono i simboli principali. Nonostante sia stata sposata con Vulcano in prima istanza, in seguito diventa la moglie di Marte, che è colui con cui ha una prole. È equivalente alla dea Afrodite della mitologia greca.

Mercurio

È il dio del commercio e dell’economia. Perciò è il protettore dei venditori, dei buoni guadagni e delle merci. Paradossalmente, Mercurio è conosciuto anche come il dio ladro, poiché ha rubato alcuni averi agli altri dei del pantheon. È rappresentato da sandali alati e una borsa laterale. Il suo nome greco sarebbe Hermes.

Diana

Dea della luna e della verginità. Inoltre, è la protettrice degli animali selvatici e dei cacciatori. Ha una personalità dolce ed è una divinità di grande bellezza. I suoi simboli sono la luna, un arco d’argento con la sua freccia e una faretra. Per i greci sarebbe la dea Artemide.

Febo

Dio delle arti plastiche e della medicina. In questo modo Febo è il protettore della musica, della poesia e della scienza. È il figlio di Giove e Diana, ed è raffigurato come un giovane molto bello. Quindi i suoi principali attributi sono la nudità e la lira. Nella mitologia greca è paragonabile al dio Apollo.

Non perdetelo:  Cos'è e Come Funziona l'Educazione Inclusiva?

Bacco

È il dio del vino e della danza. È associato a divertimento, celebrazioni e dissolutezza. Con una personalità entusiasta e delirante, i suoi simboli sono un grappolo d’uva e un bicchiere di vino. È equivalente al dio Dioniso della mitologia greca.

Vulcano

Dio del fuoco e del fabbro. Conosciuto anche come il signore dei vulcani, degli incendi e delle armi. È associato all’essere il creatore di tutte le grandi armi degli dei. È raffigurato come un vecchio forte con un martello da fabbro. Il suo nome greco sarebbe Efesto.

Plutone

Dio dei morti e signore degli inferi. È anche figlio di Saturno e Ops, il che lo rende fratello di Giove, Nettuno e altre dee. Aveva grande rispetto tra il popolo romano per essere il giudice delle anime e degli spiriti. I suoi simboli sono una corona d’ebano e un carro trainato da quattro cavalli neri. Per i greci sarebbe il dio Ade.

Senza dubbio, capire come funzionano gli dei romani è un compito affascinante e coinvolgente. Per questo è necessario conoscere le divinità principali, quelle che compongono il pantheon divino di questa mitologia. Nonostante abbiano una grande somiglianza con la mitologia greca, tutte queste divinità sono venerate in modo particolare.

Se ciò che hai letto ti è sembrato interessante, ti invitiamo a consultare queste voci:

Il seguente video contiene ulteriori informazioni: La legione romana struttura e catena di comando

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Scroll al inicio