Cos’è e Come Funziona il Licenziamento Disciplinare?

Sono lieto che siate qui per esplorare con me l’argomento che presento in questo post: Cos’è e Come Funziona il Licenziamento Disciplinare?

In molte occasioni, i datori di lavoro prendono la decisione di risolvere il contratto di lavoro di uno o più lavoratori. Altre volte è il lavoratore stesso a decidere di non proseguire con il rapporto, in quest’ultimo caso si verifica la dimissione volontaria. Ma nel primo caso si verifica un licenziamento; continua a leggere e imparerai come funziona il licenziamento disciplinare.

Risoluzione del rapporto di lavoro

Come abbiamo accennato nella nostra introduzione, la conclusione di un rapporto di lavoro può avvenire in due modi. Il primo è quando un lavoratore decide di lasciare il lavoro e il secondo è quando il datore di lavoro decide di licenziare o rescindere il contratto di lavoro. Generalmente, questo genera un compenso, con alcune eccezioni. Un licenziamento è caratterizzato dall’essere unilaterale, ricettivo ed estintivo. I licenziamenti sono classificati come:

  • Obiettivo: quando le ragioni che lo causano sono organizzative, economiche, produttive o tecniche. Come ubriachezza, mancato orario, molestie, assenza, ecc.
  • Collettivo: quando, a seconda del numero di lavoratori, il datore di lavoro procede a licenziare un numero considerevole per motivi oggettivi.
  • Disciplinare: lo spiegheremo di seguito.
Non perdetelo:  Cos'è e Come Funziona la Muffa?

Come funziona il licenziamento disciplinare?

Come indica il nome, questo tipo di licenziamento è legato a una mancanza di disciplina. Motivo che obbliga il datore di lavoro a risolvere il rapporto di lavoro con uno o più lavoratori. In altre parole, il contratto di lavoro cessa per grave inadempimento della persona.

In questi casi, i motivi del licenziamento disciplinare sono previsti dalle leggi in materia. Che può essere disobbedienza verso i superiori, assenze e ritardi ingiustificati e ripetuti e offese verbali o fisiche.

Oltretutto, tossicodipendenza o ubriachezza, mancanza volontaria e continua di produttività, abuso di fiducia e trasgressione della buona fede e molestie sul posto di lavoro.

Licenziamento disciplinare: generale

Come tutti i licenziamenti, il modo in cui funziona un licenziamento disciplinare ha un protocollo stabilito. La prima cosa è la notifica scritta, ma prima si tengono le udienze. Questo nel caso in cui il lavoratore sia iscritto ad un sindacato o abbia un legale rappresentante. All’udienza si decide se la qualificazione del licenziamento sia idonea o illegittima.

Tuttavia, se il licenziamento è appropriato, viene elaborato e la persona perde il diritto al risarcimento. Se è inopportuno, il lavoratore può essere reintegrato o viene corrisposto il relativo compenso. Ma se è qualificata come nulla, sei un lavoratore, hai il diritto di continuare a lavorare, devi anche ricevere la paga che hai smesso di percepire.

Non perdetelo:  Cos'è e Come Funziona Skype?

Processo di sfida

I licenziamenti disciplinari possono essere impugnati, per questo la legge prevede un tempo massimo, entro il quale la domanda deve essere presentata. Questo deve indicare l’anzianità, il luogo di lavoro, lo stipendio, la categoria di posizione, ecc. Inoltre, la data del licenziamento e la lettera dello stesso per informare il motivo addotto dal datore di lavoro. I quali dovranno occuparsi di dimostrare al giudice che le loro motivazioni erano reali.

Se sei stato licenziato dal tuo lavoro e pensi che sia stato ingiustificato, con queste informazioni su come funziona un licenziamento disciplinare, saprai cosa fare.

Potrebbe interessarti:

Ulteriori informazioni: Licenziamento disciplinare

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Scroll al inicio