Google Maps API Gaming - Darkcity

Grazie alle API di Google Maps sarà possibile integrare l’enorme mole di dati geografici del più famoso motore di ricerca del pianeta in futuri videogames in Realtà Aumentata. Infatti l’AR parte dal presupposto di conoscere quanto meglio sia possibile l’ambiente che circonda l’utente e quindi viene del tutto naturale l’uso di una banca dati dettagliata e già fruibile come quella concessa da Google.

Tramite una sorta di sovra-impressione grafica all’ambiente reale, sarà possibile ricreare locazioni fantasiose fra le più disparate, rendendo palazzi e strade attinenti all’universo di gioco. Quindi set di scenografie in tempo reale che vanno dallo stile cartoon e gommoso al lugubre e tetro infestato da zombies letali, oppure con un tuffo nel passato del Medioevo o nel futuro fantascientifico le possibilità sono praticamente infinite, se a ciò aggiungiamo un gameplay fruibile da più persone contemporaneamente, rendendo l’esperienza di gioco fra le più “socievoli” ed espansive che un videogame possa offrire!

Un’ambientazione fittizia sovra impressa a quella reale…

Allo stato attuale è disponibile per il solo Unity un convertitore degli oggetti tipo palazzine, strade e parchi direttamente in elementi GameObjects gestibili dall’engine, a cui poi gli sviluppatori potranno aggiungere le textures, gli stili e le personalizzazioni per ricreare il look & feel richiesto. Ad oggi sono circa 100 milioni gli oggetti 3D convertibili posizionati in oltre 200 nazioni, che fungono da struttura portante per le ambientazioni ricreabili. Per info e prezzi consigliamo la lettura della pagina ufficiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here