Quale coppia di CPU + GPU scegliere? 8° generazione di CPU Intel,  AMD Ryzen, Vega… facciamo il punto su una delle principali coppie di componenti che formano i nostri PC gamer, la coppia CPU + GPU.

Se avete un computer assemblato di 2-3 o più anni o semplicemente siete in procinto di assemblare un nuovo PC, il vostro servitore (da oggi in poi) vi aiuterà a scegliere la migliore combinazione CPU e GPU per un equilibrio perfetto in tutte le circostanze e per tutti i portafogli e vi indicherò come isolare quei componenti che possono limitare le performance del vostro computer al fine di optare per il corretto upgrade ( e non spendere soldi inutili).

Se è vero che la GPU è di primaria importanza per la gestione degli effetti grafici e 3D e che determina le performance della vostra macchina, prima di arrivare alla GPU le informazioni devono transitare dalla CPU. Se quest’ultima è incapace di trattare le informazioni che gli arrivano allora una Scheda Video troppo rapida risulterà castrata dal Processore.

Lato CPU diversi elementi ne determinano l’efficienza: il numero di cores, la frequenza, la sua architettura, la banda passante della memoria, l’SMT mode. Senza andare oltre nello specifico due sono gli elementi più importanti, il numero di cores e la frequenza di ognuno di essi.

Attenzione, ve lo scrivo subito, optare per un  con il pretesto che ha 18 cores non è una buona idea: tralasciamo il rapporto qualità/prezzo fin troppo elevato, non è detto che in ambito gaming/ludico sarete in grado di sfruttare tutti i 18 cores. Ad oggi non c’è nessun gioco in grado di sfruttare tutti quei cores e le performance sarebbero più negative che positive. L’ideale attualmente si trova tra i 4 e gli 8 cores e visto che la tendenza lato gaming va verso un aumento dei cores, i modelli tra i 6 e i 8 cores dovrebbero essere favoriti nelle vostre scelte per assicurarsi cosi un miglior margine futuro.

E la frequenza? La frequenza ha la sua importanza in quanto influisce sulla velocità del processore. Ad esempio le CPU quadcore per i portatili sono spesso limitate sulla loro frequenza di funzionamento, idem per le CPU a basso consumo. Dunque la scelta del numero dei core non deve essere fatta al deterioramento della frequenza.

È importante notare che una CPU troppo lenta non vi impedirà di giocare, semplicemente il vostro framerate sarà limitato e a poco servirà ridurre la qualità dei dettagli grafici. Un semplice Pentium sarà in grado di garantirvi circa 50 FPS ma se il vostro obbiettivo è un framerate superiore (75, 90, 100, 120, 144 e oltre) allora una CPU lenta e con pochi core non fa proprio al caso vostro. Globalmente una CPU quadcore con una buona frequenza è in grado di garantirvi circa 80 FPS, oltre sarà necessario o una frequenza maggiore o un numero maggiore di core. Di certo potreste migliorare qualcosa procedendo all’overclock della CPU ma non sperate di raddoppiare il vostro attuale framerate (il 30% sarebbe già un enorme successo). Ecco perchè dunque più la GPU sarà potente più sarà necessario abbinarla ad una CPU potente al fine di evitare che la seconda castri la prima.

Ma come conoscere quale dei due componenti castra le performance? Se volete sapere se è la vostra CPU fate cosi: in un gioco, conservate la vostra risoluzione e i dettagli grafici ma sopprimete l’antisialing, riducete al minimo la qualità delle texture, delle ombre e dei riflessi. Cosi facendo il gioco influirà con un carico minimo per la GPU mentre rimarrà identico per la CPU. Monitorate il framerate e se vi sembra insufficiente  tentate di overclockare il processore di 100/200 Mhz. Se noterete un aumento dei framerate allora vuol dire che una CPU con una frequenza superiore sarà benefica per il vostro sistema. Se volete sapere il margine di progressione aggiungendo più cores, potete disattivare un core o un thread della vostra CPU e se le performance del gioco peggiorano vuol dire allora che la vostra configurazione iniziale era sufficiente. Se invece rimangono uguali o quasi vuol dire che il gioco non ha sofferto la carenza di un core/thread e che dunque probabilmente un upgrade non sarà utile.

Per la GPU: overclockate la frequenza e la memoria della GPU di almeno 100 Mhz. Se il framerate del gioco non aumenta è molto probabile che la CPU rappresenti un limite per la GPU. Provate poi a ridurre di almeno 100 Mhz la frequenza e la memoria della GPU, se il framerate non varia, è una limitazione della CPU.

Finalmente ecco di seguito le coppie CPU e GPU consigliate in base al prezzo e all’uso:


+  Il minimo – 190€

Questa coppia è il minimo sindacale per poter giocare più o meno correttamente ed è quella che si rivolge ai portafogli più stretti. Lato GPU una valida alternativa è costituita dalla , lato CPU il  seppur sia leggermente più caro.


+  Un Full HD tranquillo – 300€

Questa coppia si impone decisamente coma una referenza per chi vuole giocare in Full HD senza troppe pretese. La GTX 1050 Ti non ha concorrenti in questo segmento mentre il Core i3-8100 con 4 veri cores e una frequenza di 3.6 Ghz offre il meglio del mercato. Una buona alternativa potrebbe essere il  il quale si colloca sulla stessa fascia prezzo ma è overlockabile e la scheda madre è meno costosa.


+  Il miglior compromesso – 430€

La GTX 1060 6 GB è all’incirca il 50% più performante della GTX 150 Ti e permetterà di giocare in Full HD ad una elevata qualità e alti framerate. La ,  o la  rappresentato delle valide alternative ma meno preformanti. Lato CPU inutile spendere di più.


Giocare a 2560 pixel – 690€

La GTX 1070 è ideale per giocare alla risoluzioni di 2560×1440 e 2560×1080 con monitor di 120 o 144 Hz. La  potrebbe essere un’alternativa ma non dal punto di vista dei consumi e dell’efficienza termica mentre la  darebbe un surplus maggiore. Questa volta lato CPU si impone un 6 core, il  è un ottima alternativa (piattaforma meno costosa e CPU overclockabile).


Monitor Ultrawide e VR – 920€

La GTX 1080 rimane ancora oggi molto competitiva ed è ideale per chi desidera giocare ad alte risoluzioni o chi pensa di dedicarsi alla Virtual Reality. La potrebbe essere un’alternativa. Il Core i5-8700K ha una frequenza di base piuttosto elevata ed è overclockabile per garantire una maggiore longevità. Il  rappresenta comunque una valida alternativa.


4K  – 1200€

La GTX 1080 Ti ad oggi non ha concorrenti ed offre circa il 30% di performance in più rispetto alla  GTX 1080. La CPU con i suoi 6 core e 4.7 Ghz di massima frequenza vi offre il meglio per questa fascia ma non vanno sconsigliate le due AMD,  e .


 

Fonte: PC Update n. 92.

Prezzi medi: trovaprezzi.it