Questo articolo inaugura la sezione Maker Projects, tramite la quale presenteremo tutta una serie di progetti curiosi e molto spesso originali, frutto della combinazione fantasiosa degli utenti “smanettronici” (e da cui deriva pure il termine Ninjatronico creato appositamente per il nostro blog). Basta solo qualche infarinatura di programmazione, elettronica, elettro-meccanica unita a tantissima pazienza e fantasia per arrivare a costruire dei marchingegni da far sorprendere anche MacGyver, che ricordiamolo è sinora l’unico personaggio sul pianeta Terra a cui basterebbe una graffetta ed un pezzo di nastro isolante per disattivare in meno di venti secondi testate atomiche cripto-password-protette di svariati milioni di dollari! 😀

Lo smanettronico Terrormink (fosse stato italiano qualche mal pensante ci avrebbe aggiunto uno sconveniente ione alla fine del suo nickname) è riuscito a creare una sorta di Matitante (N.d.R.: mi è venuta spontanea, giuro!) assemblata dentro la base di uno scanner e riciclando i componenti di un lettore CD-ROM, di un hard disk meccanico, tre schedine per servo-motorini ed una – mezza – matita!!! Il tutto viene gestito da un economico Arduino Duemilanove riprogrammato ad hoc!

Per il progetto Terrormink ha sfruttato il software open source CloudCompare per convertire i dati di immagine in formato raster e poi esportando in un file ascii testuale il risultato di questa nuvola di punti, sotto forma di coordinate-valori “x, y, z, Colore”. La coordinata Z ovviamente, essendo sempre con valore pari a zero, viene ignorata totalmente.

La “capocchia” della stampante e l’output risultante.

A ciascun valore/colore che non sia bianco viene comunicata alla Matitante (che ricordiamo è una stampante in bianco e nero) una bottarella decisa alla matita. I  valori X ed Y sono utilizzati per movimentare i meccanismi in lungo ed in largo per il foglio. Anche la conversione in codice dell’immagine è stata studiata appositamente per facilitare la lettura all’Arduino.

Arduino Duemilanove
L’Arduino Duemilanove funge da cervello per la Matitante.

La fase di stampa avviene trasmettendo all’Arduino Duemilanove il file ascii tramite connessione seriale USB via HyperTerminal (usando XON/XOFF per il controllo del flusso dati). La risoluzione di stampa è di 255 pixels in larghezza e lunga per quanto è lungo il piano dello scanner che fa da base di appoggio per il foglio.

ll creatore sostiene che sostituendo la matita con un coltellino appuntito sarebbe possibile convertire l’uso dell’attrezzo allo scopo di tagliuzzare nei più piccoli particolari diversi ortaggi da cucina… Fantastico!!! 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here